domenica 7 febbraio 2016

Il Forest passa a Elland Road

Formazioni

Leeds United: Silvestri, Wootton (Adeyemi 90), Bellusci, Cooper, Taylor, Cook, Bridcutt, Diagouraga (Erwin 81), Dallas (Carayol 70), Doukara, Antenucci. Subs: Peacock-Farrell, Coyle, Bamba, Murphy.

Nottm Forest: De Vries, Lichaj, Mills, Mancienne, Jokic, Vaughan, Tesche, Gardner, Osborn, Ward (Burke 75), Oliveira (Blackstock 88). Subs: Evtimov, Cohen, Hobbs, Mendes, Grant.

Marcatori: Oliveira al 60'.

 

martedì 2 febbraio 2016

U21's PDL: Sloth allo scadere decide la sfida contro il Coventry

Un tocco sotto misura di Sloth a gara ormai quasi conclusa riporta alla vittoria la development squad del Leeds United. Contro il Coventry City, a Thorp Arch, è una conclusione ravvicinata del danese all'88' a decidere l'incontro. Hart manda in campo diversi giocatori della prima squadra: Erwin, Sloth, Botaka, Adeyemi e Phillips sono tutti in campo dal 1'. I senior fanno sentire tutta la loro presenza ma nonostante un Botaka molto intraprendente e vari tentativi di Sloth e Phillips (traversa per lui in avvio di ripresa) lo United non riesce a sbloccare il risultato. Solo a una mancita di minuti dalla fine Phillis pesca sul secondo palo Sloth che di piatto batte il portiere ospite e fissa il risultato sull'1 a 0.


Leeds United: Peacock-Farrell, Coyle, Purver, P McKay, Denton, Phillips, Adeyemi (Stokes 85), Sloth, Botaka, Erwin, J McKay (Mulhern 77). Subs not used: Grimes, Parkin, Walters.

domenica 31 gennaio 2016

FA Cup: al Vicarage Road per continuare il sogno

Non è il sorteggio sperato, un bel match casalingo contro una big sarebbe stato accolto con maggiore entusiasmo, ma il fato ha deciso che il cammino in FA Cup del Leeds United proseguirà dal Vicarage Road. I ragazzi di Evans sfideranno infatti il Watford nel 5° turno. Una sfida che rappresenta quasi un derby, tra due club con proprietà italiana. Agli Hornets lavora inoltre Nicola Salerno, direttore lo scorso anno proprio del Leeds.

Questo il tabello completo. Le gare si giocheranno dal 19 al 22 febbraio.

Chelsea v Man City
Reading v WBA/Peterborough
Watford v Leeds
Shrewsbury v Man United
Blackburn v Liverpool/West Ham
Spurs v Crystal Palace
Arsenal v hull City
Bournemouth v Everton

Fa Cup: Bolton battuto; si va al 5° turno

Con un super primo tempo il Leeds United supera l'ostacolo Bolton e accede al 5° turno di Fa Cup. Di Doukara e Diougaraga le reti che regalano ai quasi 7.000 travelling fans la soddisfazione di entrare nelle migliori 16 dell'ambita Coppa. Con una Championship ormai compromessa, la Fa Cup rappresenta l'unico vero obbiettivo stagionale e riuscire a fare quanto più strada possibile sarebbe una bella soddisfazione.

L'arrivo di Diagouraga permette a Evans di rispolverare il 4-2-3-1. L'ex Brentford fa infatti coppia con Bridcutt nelle cerniera di centrocampo. In difesa si rivede capitan Bamba, che sostituisce l'infortunato Cooper e affianca Bellusci, con Taylor e Wootton sule fasce. Cook si piazza alle spalle di Antenucci, nel ruolo di trequartisti, e con Doukara e Dallas forma il quadrilatero offensivo. In panchina si rivedono Sloth ed Erwin, due che potrebbero e dovrebbero trovare una sistemazione nell'ultima giornata di mercato.




 

Formazioni

Bolton: Amos, Vela, Dervite, Holding, Moxey, Trotter, Pratley, Davies (Spearing 69), Feeney, Wellington (Woolery 69), Madine. Subs: Rachubka, Derik, Dobbie, Twardzik, Walker.

Leeds United: Silvestri, Wootton, Bellusci, Bamba (Coyle 89), Taylor, Cook (Adeyemi 90+1), Bridcutt, Diagouraga, Dallas, Doukara, Antenucci (Carayol 86). Subs: Peacock-Farrell, Sloth, Murphy, Erwin.

Marcatori: Doukara al 9', Diagouraga al 40', Pratley al 81'.

venerdì 29 gennaio 2016

Bianchi passa in prestito all'Ascoli


Tommaso Bianchi torna in Italia. Il centrocampista 27enne da ieri è un giocatore dell'Ascoli, squadra di Serie B. L'accordo tra i due club prevede però l'obbligo di riscatto al termine della stagione da parte del club marchigiano. Di fatto l'esperienza di Bianchi ad Elland Road si può dire conclusa.
Arrivato la scorsa estate, secondo italiano dopo Silvestri a firmare per lo United, Bianchi ha vissuto una prima stagione complicata. Dopo due buoni mesi iniziali ha vissuto ed è stato trascinato nel brutto periodo che ha portato il Leeds nei bassi fondi della classifica prima dell'inizio del nuovo anno. Un infortunio al ginocchio nello scorso febbraio, nella gara contro il Reading, lo ha costretto a un lungo stop. Rientrato per la preseason si è dovuto nuovamente fermare per un altro intervento chirurgico. Dopo essersi ristabilito non ha però più trovato spazio in squadra e la sua unica apparizione nei 18 è stata durante il match di FA Cup contro il Rotherham.

Bianchi ha collezionato 26 presenze con la maglia dello United.

giovedì 28 gennaio 2016

Carayol nel finale acciuffa il pareggio al Griffin Park




Formazioni

Brentford: Button, Colin, Dean, Barbet, Bidwell, McEachran, Woods, Saunders (Gogia 64), Swift (Yennaris 88), Judge, Vibe (Djuricin 64). Subs: Bonham, O'Connell, Kerschbaumer, Hofman.

Leeds United: Silvestri, Wootton, Bellusci, Cooper, Taylor, Dallas (Carayol 76), Bridcutt, Murphy (Diagouraga 60), Cook, Wood (Antenucci 19), Doukara. Subs: Peacock-Farrell, Coyle, Phillips, Adeyemi.

Marcatori: Saunders al 28', Carayol al 84'.


martedì 26 gennaio 2016

Dawson rescinde e dopo 15 anni lascia lo United

Dopo Sam Byram un altro “ragazzo” lascia il Leeds United. Con un post su twitter Chris Dawson ha infatti ufficializzato la separazione consensuale e quindi risoluzione del contratto. Probabilmente il fatto passerà inosservato, trattandosi di un giocatore che ha speso i suoi ultimi 3 anni tra development squad e infermeria. Tuttavia quando un ragazzo diventato uomo calcando i campi di Thorp Arch, coltivando il sogno di poter un giorno esordire a Elland Road e vestire la “famosa maglia bianca” lascia il club è sempre un tuffo al cuore. 

Chris era arrivato al Leeds ben 15 anni fa, ad appena 6 anni di età. Di lui si è sempre parlato come del “diamante più brillante” dell'intera Academy e quando Warnock gli regalò la prima da titolare al Pride Park nell'aprile 2013 sembrò che ogni previsione si fosse realizzata. Invece un fisico troppo fragile e allenatori che non hanno mai deciso di puntare su di lui (neppure Redfearn) lo hanno costretto a spendere le ultime stagioni a rincorrere un sogno che aveva solo sfiorato, ma che gli stava sfuggendo di mano.

Siamo però sicuri di una cosa: Dawson troverà un'altra maglia e un'altra squadra, con la quale dimostrare che quei 55' al Pride Park erano solo l'antipasto delle sue indubbie qualità calcistiche.


Good luck Chris!